Vergine

Yanti Yamam – il viaggio della vita 

«Il Signore ha perforato la testa con le sette aperture. Ci ha fatto queste orecchie, queste narici, gli occhi, la bocca, attraverso il cui potere di andare oltre in varie forme, i bipedi e i quadrupedi completano il loro viaggio della vita» (Atharva-veda, 10.2.6)

Questo verso dell’Atharva-veda viene considerato esempio dell’interesse, tra le altre cose, per l’anatomia all’interno dei Veda. Te lo propongo per ricordarti la magnificenza dell’essere in vita dal momento che sei giunto a un’altra tappa del tuo viaggio, Vergine.

Il compleanno è il tuo nuovo inizio e diversi pianeti si allineano per permetterti di fare il punto su te stesso e ripartire con le intenzioni per il tuo nuovo anno. Il tuo compleanno,Vergine, coincide inoltre con quello che è considerato il secondo capodanno, la ripresa delle attività dopo la pausa estiva. In un certo modo parti quindi avvantaggiata. L’atmosfera è positiva per tutti i settori, le energie sono alte, sfruttale al meglio evitando di importi sugli altri, ma cercando anzi la giusta collaborazione e sintonia con chi ti è intorno. 

 

IN PRATICA  

Ujjayi-prānāyāma, respiro del vittorioso. 

Con questa respirazione profonda ascolta il rumore di “te”, del respiro che ti tiene in vita. Nella calma indotta da questa respirazione, sentiti presente qui e ora, in armonia.  Dedicagli almeno tre minuti ogni sera.    

Esercizio di consapevolezza: 

Osserva ogni mattina come rinasci alla giornata. Osserva la prima emozione che senti appena sveglio. Se non ti piace, concentrati su un’emozione positiva prima di addormentarti. 

Mantra del mese: 

«Il mio viaggio».

Un commento

I commenti sono chiusi.