Capricorno

Sthira – saldo

«L’āsana è stabile e comodo» (Yoga-sūtra, 2.46).

«Sthira-sukham asanam» è un verso classico che forse conoscerai. È la prima definizione e più importante di āsana. La parola sukha significa “felice” e nel contesto indica che la posizione deve essere comoda, tale da rendere sereni la mente e il corpo. Sthira significa invece “fermo”, “stabile”, “non in movimento”, “costante”, “duraturo”, “fisso”, “fedele”, “non fluttuante o volubile”. Si dice anche di affetti e passioni che sono “calmi”, “moderati”, “composti”.

Se, come pensavo, hai vissuto dei momenti di calma il mese scorso, Capricorno, rammenta quei momenti e ricerca la stessa pace dell’animo. La vita torna a sfidarti e mette alla prova la tua perseveranza, la tua fermezza e la capacità di prenderti responsabilità. Insomma rimani convinto di quello cha fai. Non c’è bisogno di lottare, ma solo rimanere saldo di fronte alle avversità e a chi ti dà contro. Oltre a sthira, ricorda anche il termine del mese scorso santatman. 

IN PRATICA  

Tada-āsana, posizione della montagna. 

Più ti concentri e meno sentirai le micro-oscillazioni naturali in questa posizione. Prova questa fermezza ogni sera per 2 o 3 minuti.     

Esercizio di consapevolezza: 

 Osservati ogni volta che ti innervosisci e pensa a una sensazione o emozione esattamente opposta a quella che stai provando.  

Mantra del mese: 

«Sthira-sukham».